Con il Gianni Cazzola Three Generation chiudiamo la prima edizione di Jazz Around You 2019, un festival che ha saputo creare un forte legame territoriale. La partecipazione di pubblico è stata straordinaria, con numerosi sold out, con le splendide piazze dei Comuni coinvolte, riempite da un pubblico attento e coinvolto.

Gianni Cazzola, una leggenda del Jazz made in Italy chiude Jazz Around You 2019.

La scelta di chiudere l’edizione 2019 con questo concerto non è casuale. Con il Three generation Quartet , il batterista milanese vuole trasmettere la sua grande passione ed esperienza alle nuove generazioni del jazz italiano. La band è infatti formata da musicisti di tre differenti generazioni, guidati dagli oltre 60 anni di esperienza del leader e accumunati dal profondo amore per la tradizione del Jazz.

La carriera in breve.

Si avvicina allo batteria da bambino, acquisendo in breve tempo una buona padronanza dello strumento, anche grazie alla scoperta e all’ascolto dei grandi batteristi jazz d’oltreoceano. Il suo percorso a livello professionale inizia nel 1957, quando a 19 anni entra a far parte della formazione del chitarrista  Franco Cerri. L’anno seguente il sassofonista Gianni Basso e il trombettista Oscar Valdambrini, leaders del quintetto Basso-Valdambrini (con Renato Sellani al pianoforte e Giorgio Azzolini al contrabbasso), lo chiamano per completare l’organico del quintetto. La sua carriera è caratterizzata da un crescendo di esperienze, che lo portano anno dopo anno a collaborare con musicisti e interpreti di grande notorietà, con nomi di spicco quali Billie HolidayChet BakerTommy FlanaganGerry MulliganDexter Gordon,  Lee Konitz,  Phil WoodsSarah VaughanHelen Merrill e molti altri, partecipando a numerosi concerti e festivals internazionali. Gianni Cazzola 4et feat. Luciano Milanese, Verona 2014

Dopo aver fondato nel 1988 “l’Italian Repertory Quartet”, con il bassista Piero Leveratto, il pianista Marcello Tonolo e il tenorsassofonista Jacopo Jacopetti, inizia nel 1992 la collaborazione con il trio del pianista Dado Moroni, con Rosario Bonaccorso al contrabbasso. Nell’estate 1993, in occasione della partecipazione a Umbria Jazz, rappresenta l’Italia per il circuito radiofonico Europeo. Nel luglio 2017, con un omaggio al pianista Newyorkese Fats Waller, è ancora a Umbria Jazz (UJ 17) alla guida di un sestetto composto da Sandro Gibellini (chitarra), Alan Farrington (voce), Alfredo Ferraris (clarinetto), Marco Bianchi (vibrafono) e Roberto Piccolo (contrabbasso).[1]

Sempre attivo con registrazioni discografiche e concerti, Gianni Cazzola è citato nella enciclopedia Treccani:

Tra i musicisti di alto livello espressi dal jazz italiano[2].

Ascoltiamo ancora un volta il meraviglioso sound del Three generation Quartet di Gianni Cazzola, ricordandoci la performance per il pubblico di Jazz Around You 2019.

Altri articoli che potrebbero interessare:

Gli ultimi articoli: